LIBERTÉ

BLOG - by Sandy

Bye Bye 2020

31 Dicembre 2020, Sandy Tepre

Mancano poche ore alla fine di questo anno... Un po' particolare, che cosa ne è stato di noi? Che cosa siamo diventati? Qualche mio personalissimo pensiero sul mio 2020.
Immagine allegata all'articolo

2020. Un anno fa mi prospettavo un inizio molto più ecclatante di quelli che spero ricorderò come gli anni '20 del III millennio, poi il buio.
Il 21 febbraio 2020, l'ultimo venerdì di scuola normale, si è temporaneamente fermata la mia vita: BOOOM, LOCKDOWN, STAND-BY, chiamatelo come volete... Ecco l'inizio della cattività aglianese protattasi fino al 14 settembre 2020 quando ho ricominciato ad esistere.
Durante questo lungo periodo di tempo, ho terminato il primo biennio del mio liceo e fino al 27 giugno son rimasto attivo sul web, dopo quella data non ho nemmeno provato a fingermi interessato ad imparare qualcosa di nuovo, a scrivere cartoline o a creare qualcosa su questo sito, niente di niente.
Tuttavia, ho imparato a leggere. Ho letto due libri che mi hanno veramente cambiato, o forse solo aiutato: La Storia di Elsa Morante - che non nego d'aver odiato fino più o meno alla metà - con la mia amica Steffy ad agosto e La Canzone di Achille di un'americana - che racconta la storia di philìa e tra Patroclo e Achille - a settembre, con l'inizio della scuola. Forse è a causa loro che mi sono innamorato... Mi sono innamorato di una persona molto più vecchia di me, anzi di innumerevoli, infinite persone. E non è vero che mi sono innamorato, sono invece stato sedotto da queste infinite persone con le loro infinite storie. Non ci credete? È la letteratura.
In quella c'è più PATHOS che nella matematica o nella fisica ed è forse quella fiammetta di pathos che mi ha salvato nel secondo lockdown: la scuola ha chiuso nuovamente il 26 ottobre, mangiandosi così altri 3 mesi della mia esistenza.
Il nostro problema è che ci siamo dimenticati di una cosa fondamentale: siamo esseri umani, non solo LOGOS e razionalità e studio a memoria ma anche PATHOS, sentimento, irrazionalità... Compassione, Humanitas, umanità.

Caro Anno Duemilaventi delle balle, non ho neanche la forza di maledirti. Nella tua avversità, mi hai con molta probabilità avvicinato alla conoscenza del mio me più interiore, però ti giuro potessi dimenticarti lo farei con gran piacere. Ordunque, senza sognar un'utopia verde ed edita, i miei propositi per il 2021 sono semplici: leggere, leggere, leggere e scrivere un po' per adempire almeno in parte al fine ultimo dell'uomo: vivere secondo la propria natura, non solo con inutile odio e disprezzo ma dotato d'anima e sentimento verso noi, verso tutti. Questo monito è sicché universale; ecco il perché dell'immagine che ho scelto: le proteste contro il regime dittatoriale di Lukashenko in Biellorussia [By Homoatrox - Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=95190958]. Baci da Agliano.

BENVENUTO 2021, ADDIO odioso 2020
Sandy Tepre