LIBERTÉ

BLOG - by Sandy

Mancanze

4 Marzo 2020, Edoardo Bersano

Vari pensieri scoinvolgenti circa l'attuale situazione scolastica in Italia tra normalità e coronavirus.
Immagine allegata all'articolo

È da lunedì 24 febbraio che sono a casa, 3 giorni per celebrare il carnevale al termine di questa settimana saranno 7 a causa di questo nuovo coronavirus che ci angoscia veramente tantissimo. Sono per adesso 5 giorni in cui dovremmo noi studenti studiare a casa come se fossimo a casa ma IO non ci riesco: passino ancora le materie scientifiche, con quelle che io chiamo "orali" proprio non ce la faccio... Sto parlando di Italiano, Storia e ancora Latino per certi versi: è di natura umana raccontare delle storie e le storie vanno raccontate con del sano Pathos. Io mi trovo molto bene ad ascoltare quella che è la Storia delle Storie, ovvero quella che ci racconta dall'inizio dell'umanità ai giorni nostri, a scuola e a studiarla ricopiando gli appunti in bella e inserendoli nel famoso quaderno Historia Turpini. Mi piace veramente tanto collegare aspetti di epoche lontanissime con i nostri tempi: Zenobia è diventata la donna più strong dell'antichità e pensare che è così strano... Tutte le donne più influenti di quelle epoche provenivano dal nord Africa: Zenobia, il club delle Siriane con Giulia Domna contro tutti gli imperatori (e prefetti del pretorio) e Cleopatra cioè una più potente antica Amanda Lear che è vissuta in diversi contesti con tante persone interessanti come Brian Jones (dei Rolling Stones), Salvator Dalì e David Bowie. Capite: non avrà cambiato le sorti della storia ma ha sicuramente aiutato ad ammodernare l'arte e la cultura musicale... E tutti questi collegamenti non li sto facendo adesso, li ho fatti in classe chiedendo all'insegnante se e come li ritenesse giusti. In un certo senso provo ad entrare nella Storia e renderla mia. istinto primordiale degli umani, basti pensare a come nacquero Iliade e Odissea grazie all'unione di molte storie da parte dei Rapsodi e Aedi greci.
Quindi concludo con i miei saluti finali e basta. Diligentemente, Sandy