LIBERTÉ

BLOG - by Sandy

8th Advent Day: La KostantinBasilika

La KostantinBasilika di Treviri: dove per la storia Roma non è mai caduta

TREVIRI Si dice che l'impero romano d'oriente sia caduto nel celebre anno 476 d.C. quando l'ultimo giovane imperatore di Roma venne senza grande clamore deposto dal generale Barbaro Odoacre che si impegnò a restituire le insegne imperiali all'imperatore di Costantinopoli, al tempo Zenone omonimo del filosofo greco, e per acclamazione delle proprie truppe, come già era accaduto con gli imperatori dell'ormai decaduta Roma, venne proclamato Re delle genti germaniche in Italia. Ma è: così che finisce un impero? È proprio come ce la descrivono? Forse Roma è in fiamme, i barbari staccano la testa alle più famose statue, i Fori giacciono abbandonati e il Colosseo vien distrutto. Bhe, non è proprio così, anzi: alcune popolazioni Barbariche, termine greco che indica coloro che balbettano non sapendo la ligua, amavano la lingua e la culura romana tant'é che nel 570 d.C. una sovrana longobarda di nome Teodolinda decise di convertire il suo regno al Cristianesimo, di scrivere le varie leggi in latino e di osannarne la cultura e l'arte del tardo impero. Così con gli influssi della defunta Roma, nacque l'arte Barbarica. Quindi Roma non era in fiamme, la vita continuava come di consueto, non si era più sudditi di un imperatore ma d'un re, la cultura romana c'era ancora così come il latino che lentamente iniziò il processo di trasformazione nelle lingue romanze. Quindi quando cade un impero? Mai. O per lo meno l'impero romano non è mai caduto, si è solo trasformato in altro ovvero il cattolicesimo che come i Romani, almeno per ambizioni, non conosce un limite. Lascio a voi un'immagine della siddetta Aula Palatina, o basilica palatina di Costantino, che ha subito lo stesso processo di trasformazione dell'impero. Cit. Mary Beard

Agliano Terme, l'Otto Dicembre 2019,
Edoardo Bersano