Santiago de Compostela

di Edoardo Bersano

Indice:

1. Chi era San Giacomo
2. Agliano Terme e Santiago de Compostela: Tanto Lontane Quanto Simili
3. Ultreia! Suseia!
4. Sitografia



1. Chi era San Giacomo

Giacomo di Zebedeo, come il fratello Giovanni, era uno dei 12 apostoli del Messia. Nacque e visse, con molta probabilità, in una località della Galilea, oggi divisa tra Cisgiordania e Israele. Visto il suo carattere impetuoso venne nominato da Gesù “Boànerghes”, dall’ebraico figlio dei tuoni. Alla morte del Messia, cercò di evangelizzare la Spagna, anche se con poco successo. Tornato in Palestina, il re Erode Agrippa, con la paura che l’Apostolo potesse aumentare il suo potere a discapito del proprio, lo fece decapitare.
Dopo la morte di San Giacomo, alcuni apostoli riuscirono a trafugare il suo corpo trasportandolo via mare, sempre secondo la leggenda, fino ad arrivare alle coste della Galizia. Sbarcando a Finisterre, i discepoli si inoltrarono fino all’attuale posizione della città, a lui dedicata. Qui, ci costruirono un sepolcro, rimasto inesplorato, fino al 813, quando un eremita di nome Pelayo osservò, dalla vetta del monte Libredòn (in cui vi erano le tracce di un culto precristiano) , una cascata di stelle cadenti per molte notti. Egli decise di segnalare l’accaduto al vescovo locale Teodomiro, il quale incuriosito iniziò ad indagare, confermando che in quel luogo vi era veramente la tomba dell’Apostolo. Da quel momento, iniziarono eventi da definirsi “miracolosi”, come ad esempio l’apparizione di San Giacomo alle truppe cristiane durante le guerre della Reconquista spagnola (840 circa). Questi eventi fecero talmente scalpore che durante i successivi anni si iniziò a venerare San Giacomo: da tutta Europa arrivavano pellegrini intenti a vedere il luogo di sepoltura dell’Apostolo. La sua permanenza in terra iberica lasciò un’impronta rilevante nella fede degli Spagnoli che hanno fatto di San Giacomo una delle figure più importanti della loro tradizione culturale. Stando alla leggenda, Giacomo fu decapitato il 25 marzo e portato il 25 luglio a Santiago de Compostela, proprio il 25 luglio è, infatti, la festa nazionale della Spagna.

2. Agliano Terme e Santiago de Compostela: Tanto Lontane Quanto Simili

Agliano Terme, un paesino di 1700 anime, come può avere qualche caratteristica comune con una delle più famose mete di pellegrinaggi?? La risposta è semplice: la storia. Agliano Terme nasce come un luogo di passaggio romano, infatti nella vallata inerente, vi era una strada romana, come conferma una lapide ritrovata nei pressi della chiesetta dei santi Michele e Bovo (ora dedicata a San Sebastiano), poco prima della regione Monsarinero. Dopo circa 1000 anni di cessioni tra famiglie, Agliano, durante il pieno periodo rinascimentale, viene conquistato dagli spagnoli nella guerra di successione del Monferrato (spagnoli contro ducato del Monferrato). Siamo nella metà del ‘600 circa, e la situazione economica e politica è simile a quella narrata ne’ “I Promessi Sposi” del Manzoni: piena Anarchia. Ma, non mi dilungo su ciò, comunque quando gli spagnoli arrivarono, distrussero il castello di cui oggi è ammirabile solo una ricostruzione della torre, ma purtroppo, non contenti, distrussero anche la chiesa, costruita nella metà del Cinquecento. Vent’anni dopo, venne ricostruita, anche usufruendo dei muri maestri restanti dall’antica chiesa, quindi mantenne l’orientamento verso Ovest/est. La chiesa attualmente, come il santo patrono, è dedicata a San Giacomo, come la festa nazionale spagnola.

3. Ultreia! Suseia!

Tous les matins nous prenons le chemin,
Tous les matins nous allons plus loin.
Jour après jour, St Jacques nous appelle,
C’est la voix de Compostelle.
Ultreïa ! Ultreïa ! E suseia Deus adjuva nos !

Chemin de terre et chemin de Foi,Voie millénaire de l’Europe,
La voie lactée de Charlemagne,
C’est le chemin de tous les jacquets.
Ultreïa ! Ultreïa ! E suseia Deus adjuva nos!

Et tout là-bas au bout du continent,
Messire Jacques nous attend,
Depuis toujours son sourire fixe,
Le soleil qui meurt au Finistère.
Ultreïa ! Ultreïa ! E suseia Deus adjuva nos !

4. Sitografia

  • vivecamino.com



Esame di Stato di conclusione del primo Ciclo d'Istruzione
Candidato: Edoardo Bersano
Classe 3°A
Scuola Media C.Zandrino di Mombercelli d'Asti
Istituto Comprensivo di Montegrosso d'Asti
Anno Scolastico 2017/2018